BUDGET DEL PERSONALE: GIOCHIAMO CON I NUMERI

BUDGET DEL PERSONALE: GIOCHIAMO CON I NUMERI

budget del personale g11In quasi tutti i bilanci aziendali, il costo del personale è una delle voci più rappresentative.

È per questo motivo che occorre diffondere la cultura dei numeri.

Cultura che si basa sul fatto di avere il controllo dei costi che ruotano intorno alla produttività aziendale facendo particolare attenzione all’incidenza del costo del personale.

Costo, che andrà verificato sia nella sua interezza, che in modo ripartito per ogni singolo lavoratore, reparto o centro di costo.

Per impostare un lavoro fatto bene, bisognerebbe partire da un’analisi aziendale al fine di capire i bisogni e le esigenze aziendali.

Facciamo un esempio. Se è necessario conoscere il costo del personale di ogni singolo prodotto del reparto “A”, occorrerà prima di tutto individuare i lavoratori che sono adibiti a quel reparto, in modo da avere un costo del personale dedicato.

Occorrerà poi capire quali prodotti, nello stesso arco temporale, sono stati realizzati da ogni singolo lavoratore e quanto tempo è stato dedicato per ogni pezzo.

In questo modo, si riuscirà a individuare l’incidenza del costo del personale per ogni singolo prodotto in modo da aumentarlo degli altri costi e determinarne il prezzo finale (costo industriale aumentato dei costi generali dell’attività d’impresa).

Dobbiamo però allenarci a non vedere il dato come qualcosa di statico, che bisogna prendere in considerazione a consuntivo, ma incominciare a diffondere la cultura dei numeri anche in un budget preventivo.

Ritorniamo al nostro esempio di prima. Dopo i vari passaggi abbiamo definito il prezzo finale di ogni singolo prodotto costruito nel reparto “A”. Questo costo è stato definito a consuntivo, ossia analizzando i costi effettivamente sostenuti dall’azienda alla fine del processo produttivo.

Sarebbe interessante, però, capire se in un’ottica futura, quel costo potrebbe subire un’oscillazione in aumento o in difetto, in modo da apportare i correttivi necessari affinché si riesca a vendere il prodotto ad un prezzo remunerativo.

A parte l’analisi del costo delle materie prime e di tutti gli altri costi che esulano da quello del personale, focalizziamoci sempre su due fattori importanti che riguardano i nostri collaboratori:

  • Il primo è quello del costo globale onnicomprensivo dei dipendenti, che potrebbe subire delle modifiche a causa, ad esempio, di:
    • aumenti contrattuali;
    • passaggi di livello;
    • erogazione di premi o di una tantum;
    • astensione di alcuni lavoratori che devono essere sostituiti da altro personale:
    • svolgimento di lavoro straordinario programmato (o al contrario accesso a particolari ammortizzatori sociali);
    • scadenza di benefici contributivi, economici e/o normativi;
    • aumento dei contributi previdenziali e/o assicurativi.

 

  • Il secondo riguarda la produttività di ogni singolo lavoratore, che potrebbe anch’essa subire delle modifiche se dovessimo mettere in atto delle azioni, ad esempio, per:
    • migliorare il clima aziendale;
    • formare i lavoratori in modo da ottimizzare i tempi e diminuire i costi non produttivi;
    • collegare eventuali incentivi agli indici quantitativi e qualitativi;
    • automatizzare i processi e informatizzare le azioni ripetitive magari con l’acquisto di macchinari o strumenti innovativi.

Una volta ottenuto un budget preventivo, potremo giocare con i numeri ed effettuare delle proiezioni per capire lo scostamento rispetto il budget consuntivo.

Lo studio e l’analisi dei dati, permette ai numeri di prendere vita e di essere il fulcro della strategia aziendale.

 

Sandra Paserio – Consulente del Lavoro – HR Problem Solver – Coach Professionista


Torna alla specializzazione.
Pagina del professionista.
Contattaci.


Ultimi Aggiornamenti

TIROCINI EXTRACURRICOLARI: UN’OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE

I tirocini extracurricolarI sono un ottimo strumento per: accompagnare i giovani a scoprire il mondo del lavoro; riqualificare i... leggi tutto

RELAZIONI INTERPERSONALI: MATASSE INGARBUGLIATE

Le relazioni interpersonali che animano le aziende sono matasse ingarbugliate. In ambienti contaminati da una comunicazione malsana: le riunioni la richiesta di... leggi tutto

GESTIRE STRATEGICAMENTE LE RISORSE UMANE PER FARE LA DIFFERENZA

Oggi più che mai le aziende si rendono conto di quanto è importante gestire correttamente i rapporti interpersonali. Dietro aziende... leggi tutto

I FATTORI DI SUCCESSO DEL WELFARE AZIENDALE

In un contesto italiano di prolungata instabilità e crescente fragilità sociale, il welfare aziendale è diventato lo strumento ideale... leggi tutto

Contestazione disciplinare: come trasformare un problema in un’azione di miglioramento produttivo

  Spesso ci focalizziamo sui problemi che ogni giorno inondano le nostre aziende senza fermarci ad analizzare se, dietro a... leggi tutto

IL CAMBIAMENTO COME PUNTO DI PARTENZA DELL’IMPRENDITORE DI DOMANI

Abbandonare la propria zona di confort per approcciarsi ad un mercato che incalza verso l’innovazione, non è cosa semplice.... leggi tutto

GESTIAMO CORRETTAMENTE IL NOSTRO TEMPO PER PIANIFICARE COSE IMPORTANTI

Ognuno di noi ha a disposizione lo stesso tempo ma nello stesso tempo non tutti ottengono gli stessi risultati. Ciò... leggi tutto

ANALIZZIAMO I DATI PER SCEGLIERE LE STRATEGIE AZIENDALI

Tutte le aziende sono sommerse da dati, informazioni, report e statistiche. Poche però hanno la capacità di immagazzinare e veicolare... leggi tutto


Richiedi informazioni

Lascia la tua email. Un nostro consulente vi contatterà immediatamente per individuare le soluzioni adatte alle vostre esigenze.

Condividi questo post